Gastrite: la guida definitiva

gastrite guida definitiva

Il bruciore di stomaco è un fastidio che interessa un po’ tutti. Evitare cibi di origine animale, fritti o stracotti, è il primo passo per ridurlo, perché questi cibi diminuiscono la resistenza della mucosa gastrica dall’aggressione degli acidi. Anche formaggi stagionati e le salse andrebbero ridotte. Ma andiamo con ordine.

Tre alternative per un sollievo immediato

  • Mangiare un pezzetto di pane integrale. Un boccone di pane integrale o 1/2 cracker, consentono di assorbire i succhi gastrici in eccesso. Masticare il pane a lungo è importante, in modo da liberare meglio, durante il percorso verso l’esofago, il suo contenuto di amido che ha potere sfiammante e lenitivo.
  • Un boccone di banana. Anche la banana, come il pane, è ricca di amidi e può dare aiuto in caso di bruciore. Ma non bisogna mangiarne troppa perché è un frutto calorico e dalla digestione pesante, che potrebbe essere controproducente.
  • Un bicchiere di latte. Il latte è lenitivo del reflusso perchè il contenuto di calcio riesce a neutralizzare le secrezioni acide e il fatto che sia liquido consente di lavare tracce e vapori acidi, tipici dell’apparato digerente. Naturalmente non bisogna eccedere.

Gli alimenti no

  • Alimenti troppo grassi. Gli alimenti pesanti da digerire, come ad esempio le carni rosse in preparazioni elaborate o i fritti, sono da evitare a priori.
  • Condimenti elaborati. Abolire burro e grassi animali potrebbe essere una buona idea, per evitare acidità e reflusso. Sarebbe opportuno utilizzare l’olio extravergine di oliva.
  • Agrumi, cipolla e aglio. Gli agrumi, soprattutto se mangiati da soli e a stomaco vuoto, sono da evitare. Lo stesso dicasi per succhi di frutta, cipolla e anche aglio crudo.
  • Alcolici e bibite gassate. Le bibite gassate, soprattutto se fredde, fanno dilatare lo stomaco, schiacciando l’esofago.
  • Caffè e cioccolato. Questi cibi, così come anche l’aceto o il vino bianco, vanno evitati in caso di questi fastidi.
  • Alimenti integrali. In caso di gastrite, evitare gli alimenti integrali può aiutare, perché possono sollecitare maggiormente le mucose gastriche.

Gli alimenti consigliati

  • Pasta o riso. Questi alimenti calmano lo stomaco perché, soprattutto se consumati al dente, gli amidi leniscono l’acidità.
  • Carni magre. Pollo, coniglio e vitello, soprattutto se ben cotte e poco condite, sono cibi semplici e digeribili.
  • Pesce fresco. I pesci a carne bianca, come orata o spigola o merluzzo, soprattutto se in umido o al forno o arrosto, anche con aromi, sono perfetti. Da evitare i pesci conservati, sotto sale o inscatolati.
  • Verdure fresche di stagione. Le verdure sono più digeribili cotte piuttosto che crude. Andrebbero consumate sempre, anche se senza esagerare perché hanno la tendenza a dilatare lo stomaco. Le verdure ricche di vitamina A, come carote, peperoni o spinaci e broccoli, sono preferibili perché questa vitamina favorisce la salute delle mucose. Va comunque limitato l’uso dei vegetali che richiedono una digestione più laboriosa, come ravanelli, rape, cetrioli, broccoli, cavoli, verze, avocado, melone o anguria.
  • Yogurt bianco. E’ un mix perfetto di proteine, grassi e acido lattico, in grado di favorire l’assorbimento del calcio e il controllo della glicemia. Anche lo yogurt naturale è ottimo.

Post che potrebbero piacerti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Gastrite: la guida definitiva

di Marzia Di Stefano tempo di lettura: 2 min
0