Mangi poco ma ingrassi lo stesso?

mangi poco ma ingrassi

Il sovrappeso potrebbe non essere dovuto solamente ad una questione di quante calorie. Infatti, anche un regime alimentare a basso apporto calorico, se errato, può fare accumulare grasso e… antiestetici rotolini! Partiamo da un presupposto di base: il cibo non è un nemico da combattere, bensì un carburante che ci fornisce le energie per vivere e svolgere tutte le nostre attività giornaliere.

Come tutte le cose, del resto, può essere un bene o un male in base all’uso che se ne fa; conoscere bene il cibo ci consente di mantenerci in forma e in buona salute, senza dover operare rinunce o eccessivi sacrifici.

Una analisi obiettiva

Un aumento di peso non accade spontaneamente; falsi miti come ossa pesanti o altre amenità, sono solamente fandonie.

Sarebbe opportuno, invece, analizzare obiettivamente i propri comportamenti e capire se, nella propria dieta, possa esserci qualcosa che non va.

Saltare i pasti oppure piluccare cibo ininterrottamente, anche senza avere realmente fame, durante la giornata, provoca sovrappeso.

Usare troppo olio nei condimenti, oppure consumare junk food davanti la tv, oppure rinunciare alla palestra e al movimento, sono tutte cause plausibili per il temuto aumento di peso.

Ricordiamo che, tutto il cibo che introduciamo mangiando, se non bruciato e smaltito con il movimento e l’esercizio fisico, si trasforma in grasso.

Basta alla dieta eterna

L’effetto yo-yo è una fastidiosissima conseguenza di una dieta fai-da-te o non bilanciata bene. Si perde qualche chilo, che viene prontamente ripreso,magari con gli interessi, nel momento in cui si sospende. Perchè succede questo?

Il corpo, nel momento in cui ha un apporto inferiore di cibo, attinge alle riserve di grasso, con un effettivo dimagrimento. Ma, con l’andare del tempo, il corpo stesso si adatta al nuovo apporto calorico, con una sorta di “risparmio energetico”, rallentando il metabolismo e bloccando il processo di perdita di peso.

Nel momento in cui si riprende a mangiare normalmente, si tenderà ad ingrassare più di prima.

Mangia di più ma meglio

Una dieta sana, bilanciata ed equilibrata prevede un quantitativo di cibo adeguato, dando l’impressione di mangiare di più. Ovviamente non stiamo parlando di cibi elaborati come pizza, fritture o dolci, bensì di pietanze a base di frutta e verdura, sazianti e depurative.

Una buona dieta, inoltre, può avere anche un notevole apporto di proteine, possibilmente scelte tra pesce, uova, carne bianca o legumi.

I carboidrati, in particolare pane e pasta, vanno consumanti con parsimonia, possibilmente scegliendo le controparti integrali.

Per l’umore, ogni tanto è anche possibile concedersi un pasto premio, ad esempio il sabato, optando per una pizza o un hamburger.

Dolce si, ma con moderazione

La cioccolata è in grado di ricaricarti durante un momento di ansia o stress, perché il cacao contenuto favorisce la produzione di serotonina, l’ormone del benessere. I dolci sono, senza ombra di dubbio, appaganti e gradevoli; rinunciare ad essi può essere fonte di frustrazione, ansia e stress.

Un pezzetto di cioccolata o un dolcino ogni tanto non mette a rischio i risultati ottenuti, ma la cosa importante è di non eccedere.

Se il desiderio di sapori dolci è eccessivo, sarebbe opportuno consultare il medico.

Esercizio fisico

Infine, non dimenticare mai che l’esercizio fisico, se praticato regolarmente, stimola il metabolismo, accresce la massa muscolare e consente di ridurre il grasso.

Post che potrebbero piacerti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Mangi poco ma ingrassi lo stesso?

di Marzia Di Stefano tempo di lettura: 2 min
0