Poke “a modo mio”

pokè di grazia

Ultimamente vanno molto di moda le poke bowl, dei piatti unici di origine hawaiana, che prevendono una fonte di carboidrato, di solito riso, ma anche farro, orzo o quinoa, una fonte di grassi come avocado, frutta secca e una fonte di proteine, di solito tonno o salmone.

Non esiste una sola ricetta per la preparazione del poke, l’unico limite può essere la fantasia e la disponibilità di eventuali ingredienti.

Il bello di queste poke bowl è che è possibile inventare ogni volta abbinamenti diversi con svariati colori, io ho scelto il salmone, la zucchina e il mango come ingredienti principali, salsa di soia, germogli, semi vari possono rendere queste poke ancora più colorate, mentre se parliamo di pesce, anche tonno, gamberi, per poi passare agli edamame, i famosi fagioli di soia giapponesi molto utilizzati per queste ricette.

La mia personalissima versione non è particolarmente elaborata e, per i miei assistiti, può sostituire pranzo o cena, una volta a settimana, del piano alimentare fornito.


Seguimi su Instagram


Ingredienti per 2 porzioni

  • 150 g di riso Basmati o Venere
  • 150 g salmone a pezzetti (già abbattuto)
  • 150 g di zucchine genovesi
  • 1/2 avocado o mango
  • 2 carote
  • 100 g di pomodorini
  • q.b. semi di sesamo
  • q.b. semi di sesamo nero
  • 1 cucchiaio di aceto di riso o olio evo
  • q.b. sale
  • 1 cucchiaio salsa di soia

Preparazione

  • Per prima cosa dovrete preparare il salmone, controllate se il filetto che avete a disposizione è perfettamente pulito ed eventualmente rimuovete qualche spina, poi tagliatelo a cubetti per ottenere una tartare grossolana. Condite il salmone con la salsa di soia, mescolate, coprite con pellicola e lasciatelo marinare in frigorifero per un’ora circa.
  • Preparate il riso, passate il riso sotto l’acqua corrente, lavatelo bene, finché l’acqua non sarà trasparente. Versate il riso in una pentola, ricopritelo di acqua, l’acqua più o meno dovrà essere equivalente al peso del riso o poco più. Cuocete il riso per 11/12 minuti circa, spegnete la fiamma, aggiungete un cucchiaio di aceto di riso e una presa di sale, mescolate e lasciatelo riposare per una decina di minuti.
  • Saltate in padella o piastrate le zucchine, dopo averle affettate finemente.
  • A questo punto preparate frutta e verdura, sbucciate metà avocado o metà mango, tagliateli a fettine o a cubetti, in base a come volete presentare la vostra bowl, poi grattugiate le carote grossolanamente.
  • Prendete le due ciotole, potete procedere in due modi, in base ai vostri gusti, versando il riso nel fondo, o prima di mettere il riso, potete versare un cucchiaio di salsa di soia in modo da renderlo ancora più saporito.
  • Continuate a comporre le poke bowl con il salmone, la frutta e i pomodorini, ultimate il tutto con semi di sesamo, potete utilizzarli bianchi, neri, o entrambi.
  • Le vostre poke bowl sono pronte, non vi resta che servirle.

Post che potrebbero piacerti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Poke “a modo mio”

di Marzia Di Stefano tempo di lettura: 2 min
0