Ridurre i fianchi in 3 mosse

ridurre i fianchi

I fianchi sono uno dei punti dove il grasso tende ad accumularsi. Combatti la culotte de cheval in 3 semplici mosse.

La culotte de cheval affligge tantissime donne, siano esse in sovrappeso, ma anche magre. Essa è un accumulo di adipe e liquidi, localizzato nella zona esterna delle cosce, vicino all’articolazione dell’anca.

L’allargamento dei fianchi ha diverse cause: oltre alla predisposizione genetica, anche la sedentarietà, l’alimentazione scorretta, qualche problema alla circolazione sanguigna, possono portare all’insorgere o al peggioramento di questo antiestetico cuscinetto.

Contro antiestetismi così ostinati, l’unica strategia vincente è attaccarli efficacemente da più fronti. Vediamo insieme quali…

La dieta

Premetto che, quando si parla di dieta e consigli alimentari, è sempre opportuno rivolgersi a una nutrizionista o dietologa; evitare personaggi improvvisati o dalle dubbie competenze…

L’obbiettivo primario è quello di fare consumare al corpo le riserve di grasso sui fianchi; cenare solamente con verdure, due volte alla settimana, per il corpo sarà come un digiuno che porterà a bruciare il grasso localizzato.

Si possono scegliere le verdure preferite, usando come condimento spezie e aromi. Queste ultime rappresentano una valida alternativa al sale e garantiranno una maggiore sazietà.

Un ottimo condimento bruciagrassi, da usare con bietole, melanzane o zucchine, è costituito da un mix tra zenzero in polvere, coriandolo, pepe nero e curcuma.

Durante il corso della giornata è opportuno mangiare normalmente. Di seguito qualche consiglio alimentare per i giorni di pseudo-digiuno:

  • A colazione: uno yogurt magro e dei fiocchi d’avena.
  • Prima di pranzo: un centrifugato con 2 cm di zenzero, una mela verde, una carota e il succo di un pompelmo. Aiuterà a ridurre l’assorbimento dei grassi.
  • A pranzo: petto di pollo o lenticchie accompagnate da una insalata con rucola e cuori di carciofo.
  • A cena: verdure cotte o crude con aromi e spezie, condite con poco olio extravergine di oliva.

Gli esercizi brucia cuscinetti

Un metodo per contrastare il grasso localizzato consiste nel fare 20 slanci laterali delle gambe, magari indossando delle cavigliere, prima di una camminata veloce, di una sessione di tapis roulant o di un allenamento aerobico.

In questo modo, si stimolano le catecolammine, che bruciano i grassi e si bloccano i meccanismi di resistenza lipolitica nelle zone interessate.

Allenare i glutei o il vasto laterale, che sono quelli interessati dallo slancio laterale della gamba, consente una riduzione più rapida dei cuscinetti; tonificando i muscoli si stimola l’ossidazione del grasso localizzato nella zona.

Gli esercizi aumentano la temperatura e la circolazione sanguigna, stimolando il rilascio di epinefrina e norepinefrina, che aiutano a bruciare il tessuto adiposo.

Un altro esercizio a terra particolarmente utile è il seguente.

Sdraiate sul fianco destro, sollevare la gamba sinistra tesa, con il piede a martello. Tornare giù e ripetere 20 volte, quindi cambiare lato. Fare almeno tre serie.

Post che potrebbero piacerti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Ridurre i fianchi in 3 mosse

di Marzia Di Stefano tempo di lettura: 2 min
0