Ingrassi anche se mangi poco?

ingrassi anche se mangi poco

Una premessa doverosa

Uno dei problemi che affliggono le mie pazienti è costituito dal fatto che, a volte, pur mangiando poco e seguendo una dieta, si ingrassa lo stesso oppure non si riesce a perdere peso.

Mantenere delle abitudini alimentari sane e un peso corporeo adeguato alle nostre caratteristiche fisiche è importantissimo per vivere più a lungo.

Le persone in sovrappeso, magari conseguenza di uno stile di vita sedentario, hanno una aspettativa di vita inferiore rispetto a coloro che curano maggiormente le proprie abitudini di vita, ma anche alimentari.

Ma quale correlazione lega tra loro abitudini alimentari, metabolismo e problemi di salute?

I problemi di salute causati dal sovrappeso, sono essenzialmente il diabete di tipo 2 e le malattie cardiovascolari, come infarto o ictus.

Ma il sistema immunitario, questo sconosciuto, risente in maniera più o meno evidente delle abitudini alimentari, ovvero può essere influenzato dalla qualità e della quantità del cibo assunto. Di conseguenza, l’essere in sovrappeso e un eccessivo apporto calorico hanno la capacità di indebolire il sistema immunitario, rallentando il metabolismo e favorendo l’aumento di peso come conseguenza di eventuali stati infiammatori che fanno lavorare male tutti gli organi.

Scopriamo insieme, con questo articolo, suddiviso in più parti, come fare per affrontare questa situazione in maniera efficace e indolore.

Quali sono gli organi più importanti per la perdita di peso?

Tiroide

tiroideLa tiroide (dal greco θυρεοειδής, thyreoeidès, «a forma di scudo oblungo») è il più grande viscere endocrino presente nell’organismo umano. Possiede una forma “a H” o “a farfalla” ed è costituita da due lobi collegati da un istmo. Si trova nella parte anteriore del collo, sotto il pomo d’Adamo. Essa sintetizza due ormoni, la triodotironina e la tiroxina, che influenzano il metabolismo. Se la tiroide non funziona in maniera ottimale, si accumula adipe.

 

Milza

milzaLa milza è l’organo linfoide secondario più grande del sistema linfatico umano. La sua grandezza e la sua struttura sono tali da essere considerato un organo pieno (cioè parenchimatoso). A differenza di altri organi linfoidi secondari, essa è collegata con sistema circolatorio per mezzo di vasi sanguigni e non linfatici. Essa è ubicata nel lato sinistro dell’addome e serve a produrre anticorpi. Se indebolita da una dieta non ottimale o da un virus, l’organismo accumula scorie, altamente ingrassanti.

Intestino

intestinoL’intestino è l’ultima parte dell’apparato digerente. Si presenta come un tubo di diametro variabile con pareti flessibili, ripiegato più volte su se stesso. Se è infiammato e carico di tossine, non riesce a fare fronte a tutto il cibo ingerito.

Di conseguenza, l’addome si gonfia, non si evacua con regolarità e le attività metaboliche possono risultare compromesse.

 

L’articolo continua: suggerimento n. 1: CAMBIA DIETA!

Post che potrebbero piacerti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Ingrassi anche se mangi poco?

di Marzia Di Stefano tempo di lettura: 2 min
0