Si dimagrisce eliminando i carboidrati?

carboidrati

Per dimagrire bisogna eliminare tutti i carboidrati?

Mi sento ripetere spesso questa frase dai miei clienti, quando sono in studio. Eliminando i carboidrati, effettivamente, si perde peso, ma non si perde massa grassa, bensì acqua.

Perchè accade questo? Cercherò di motivare questo meccanismo, per nulla banale, nella maniera più semplice possibile. I carboidrati vengono infatti immagazzinati dal corpo, come glicogeno; un grammo di carboidrati accumula circa 3-4 grammi di acqua. Di conseguenza, quando riduciamo i carboidrati, il corpo comincia a utilizzare il glicogeno, e per ogni grammo di carboidrato smaltito se ne perdono 3 di acqua, ma, bada bene, acqua non grasso!

Non appena si torna ad alimentarsi normalmente, reinserendo i carboidrati, si recuperano i kg persi e anche con gli interessi!

L’unica verità incontrovertibile è che non sono i carboidrati ad ostacolare il dimagrimento, ma l’eccesso calorico in generale. Si ingrassa perchè si mangia tanto oppure perchè si mangia cibo calorico.


Inoltre, i carboidrati favoriscono la sintesi della serotonina, il neurotrasmettitore della serenità e della tranquillità, che può ridurre il senso di fame. Mangiare carboidrati insieme a cibi ricchi di proteine ​​può aumentare la quantità di triptofano nel cervello; il triptofano viene quindi convertito in serotonina che, in in situazioni di stress, si riduce in modo significativo.

A questo punto, aumenta il cortisolo, ormone di fondamentale importanza per la sopravvivenza dell’uomo, che è incaricato di rispondere a situazioni di stress e, di conseguenza, la serotonina è il primo neurotrasmettitore ad essere colpito.

Quando non ingeriamo zuccheri, la glicemia sale e abbiamo una stimolazione alla produzione di insulina dose dipendente. Dopo un pasto molto ricco in carboidrati, in risposta alla condizione di iperglicemia, si ha una massiva produzione insulinica e i livelli di triptofano nel sangue aumentano ( visto che gli altri calano essendo veicolati all’interno della cellula).

Questo semplice meccanismo spiega perché in molti stati di malessere ,depressione, disturbi e cali dell’umore si avverta un bisogno esasperato di zuccheri, perchè calano i livelli di triptofano, diminuisce la biosintesi di serotonina e, di conseguenza, avvertiamo un bisogno di zuccheri che in taluni casi sfocia anche in quello che viene definito CRAVING DA CARBOIDRATI, il bisogno disperato di assumere pasta, pane o dolciumi.

Questo è un ottimo (si fa per dire) punto di partenza per la successiva genesi della condizione di sovrappeso o addirittura di obesità.

In caso di voglia di dolce, in questo articolo potete trovare qualche trucco per limitare i danni…


Post che potrebbero piacerti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Si dimagrisce eliminando i carboidrati?

di Marzia Di Stefano tempo di lettura: 2 min
0